logo

Scegliere il fotografo di matrimonio: 4 cose e 4 domande a cui nessuno pensa

fotografo di matrimonio Emila Romagna

 

Se stai facendo ricerche su internet per capire come scegliere il fotografo del tuo matrimonio sarai incappato in articoli che promettono di dare indicazioni precise per non fare errori e che portano a individuare un professionista incredibile che va bene per qualsiasi tipo di matrimonio.

L’obiettivo del mio articolo, invece, è quello di farti valutare una serie di caratteristiche e di capacità che un fotografo deve avere per essere perfetto proprio per le tue nozze e non per quelle di chiunque.

Il matrimonio è forse l’evento che ha bisogno del maggior grado di personalizzazione ma, purtroppo, spesso vengono replicati cliché e anche per la scelta degli operatori si prendono in considerazione quei pochi consigli che tutti ripetono:

  • Affidati a un professionista
  • Verifica che conosca i tempi e i momenti del matrimonio
  • Assicurati che il fotografo non sia invadente
  • Stabilisci un contatto e misura il feeling che avete
  • Valuta i suoi lavori e il suo curriculum
  • Prenotalo immediatamente se ti piace

Tutti questi consigli sono assolutamente validi, ma sono sicura che per avere foto e video eccezionali di uno dei giorni più belli della tua (vostra) vita sia giusto dedicare più tempo e attenzione alla scelta del fotografo.

I miei consigli riguardano:

  1. Valuta il carattere per scegliere il fotografo di matrimonio giusto
  2. Scegli il fotografo di nozze che fa le foto che piacciono a te
  3. Evita servizi standardizzati se vuoi distinguerti
  4. Attenzione al fotografo egocentrico
  • La mia visione da Personal Photographer specializzata in matrimoni

Valuta il carattere per scegliere il fotografo di matrimonio giusto

fotografo per matrimoni Emilia Romagna Veneto Toscana Marche

 

Il carattere di cui ti parlo non è solo quello del fotografo matrimonialista, di tuo marito o di tua moglie, ma anche quello del tuo matrimonio.

Di solito lo stile della sposa e dello sposo influenzano quello della cerimonia e del ricevimento. Alle volte i fidanzati ascoltano i genitori o gli amici più stretti per individuare il tema perfetto per le loro nozze. Tutto questo è giusto e molto personale, ma ciò che è universale è che in un matrimonio la cura dei dettagli è essenziale.

Per questi motivi anche il carattere del fotografo deve essere adeguato al tipo di evento che volete realizzare. Ricordatevi che siete voi sposi i protagonisti e avete tutto il diritto di avere intorno a voi operatori che vi danno sicurezza.

Devi farti questa importante prima domanda:

Come deve essere il fotografo del mio matrimonio?

Estroverso, premuroso, coinvolgente, divertente, discreto, evasivo, timido.

Non è detto che un eccellente professionista dalla personalità spiccata sia giusto per tutti, ad esempio potrebbe essere fuori luogo in un matrimonio intimo o in uno in cui si richiede la quasi invisibilità degli operatori foto/video.

Lo stesso ragionamento vale per nozze incentrato sulla festa e il divertimento nel quale non è di certo giusto un fotografo introverso seppur bravo.

Ricorda che i fotografi sono coloro che accompagnano sposo e sposa dalla preparazione ai saluti degli ospiti a fine ricevimento, quindi dalla mattina alla sera. Per questo ti invito a pensare quanto sia importante valutare anche una caratteristica così personale come il carattere di ognuno di loro.

Scegli il fotografo di nozze che fa le foto che piacciono a te

Tutti i fotografi specializzati in matrimoni (anche io) elogiano il reportage come metodologia perfetta per raccontare attraverso le immagini un evento senza che gli sposi e gli invitati subiscano invadenze e forzature.

Il reportage è uno stile che fonda le sue radici nel giornalismo e in tutti quegli ambiti in cui si deve fare cronaca reale di un avvenimento, quindi è una disciplina applicabile anche alla fotografia di matrimonio. Ma non è l’unica.

Raramente mi capita che dei fidanzati che programmano il loro matrimonio mi dicano che non vogliono assolutamente nessuna foto in posa. Inoltre, spesso, anche se in fase di consulenza mi chiedono di attenermi unicamente al reportage, poi nel giorno delle nozze cambiano idea invitandomi a fotografarli da soli e/o insieme a parenti e amici.

Un fotografo deve essere in grado di:

  • Carpire ogni situazione in modo naturale grazie al reportage
  • Creare pose spontanee
  • Realizzare ritratti emozionanti
  • Fare foto di gruppo con gli sposi circondati da 100 persone
  • Catturare nelle immagini i dettagli più piccoli

Inoltre, devi pensare al risultato finale del servizio fotografico, ovvero all’album o alle foto che ti verranno consegnate.

La seconda domanda che devi farti per scegliere il tuo fotografo di matrimonio è:

Che tipo di foto voglio che rappresentino il mio (nostro) matrimonio?

Classiche, spontanee, divertenti, intimiste, dark, bucoliche, vivaci, romantiche, ricche di dettagli, artistiche o un mix di più generi.

Guarderai diverse decine di immagini di diversi fotografi prima di scegliere il professionista giusto per le tue nozze e solo pensando al risultato che volte ottenere tu e il tuo partner sarete sposi felici di aprire l’album di matrimonio ad ogni occasione.

Evita servizi standardizzati se vuoi distinguerti

fotografo per matrimoni Modena Bologna Veneto

 

Quando si gestiscono moltissimi matrimoni può succedere di cadere in una sorta di standardizzazione dei servizi fotografici. Questo riguarda sia la creazione dei preventivi, sia la realizzazione degli scatti, sia la post produzione delle immagini e il confezionamento dell’album.

Chi pensa unicamente ad avere una grande mole di servizi difficilmente può curare ogni dettaglio e spesso finisce per ripetere schemi. Questo non significa che il prodotto finale non sia soddisfacente, ma è il motivo per cui ti puoi trovare ad avere foto e video del tuo matrimonio identiche a quelle di una tua amica che ha scelto lo stesso studio o agenzia fotografica.

La terza domanda che devi farti è:

Voglio un servizio fotografico di matrimonio personalizzato o uguale a quello di… ?

La scelta è davvero personale, ma io credo che un evento irripetibile necessiti di un servizio, di un album, di un video unici.

Un fotografo che sceglie di lavorare con poche coppie ogni anno può dedicare tempo per soddisfare ogni richiesta e creare prodotti personalizzati, oltre che dare informazioni e suggerire soluzioni fatte su misura per i fidanzati che ha davanti e non per fidanzati in generale.

Attenzione al fotografo egocentrico

Noi fotografi svolgiamo un lavoro in cui dovrebbero convivere arte, tecnica, esperienza e, soprattutto, empatia. Ma non tutti si ricordano di quest’ultimo fattore perché pensano che la loro visione fotografica sia l’unica accettabile.

Quando un fotografo crede di essere un’artista assoluto che concede i suoi servizi solo dettando le proprie condizioni, mette il proprio ego davanti alle necessità dei clienti e questo, secondo me, non porta a ottimi risultati.

Se durante un appuntamento ti senti dire “no queste foto non le faccio”, “questo stile è sorpassato”, “è meglio fare come dico io” o altre cose che ti fanno pensare che i protagonisti non siete (e non sarete) tu e il tuo partner, ti consiglio di contattare altri professionisti del settore e paragonare atteggiamento e scatti.

La quarta e ultima domanda che devi farti è:

Chi sono i protagonisti del matrimonio?

Viene spontaneo rispondere: gli sposi! Ma, in realtà, per ottenere un album di nozze che racconti davvero le emozioni e i diversi moneti di quel giorno, un fotografo deve dare il giusto peso anche agli invitati.

L’empatia di un fotografo di matrimonio è indispensabile per stabilire un contatto emotivo con gli sposi ed è ciò che gli consente di mettere arte, tecnica, esperienza a loro disposizione ottenendo così scatti meravigliosi ed emozionanti.

L’egocentrismo è un limite per chi fornisce servizi così attinenti ai sentimenti come quelli legati alle nozze e alla famiglia. Non immedesimarsi in chi tra qualche anno riaprirà l’album nuziale ricercando le sensazioni provate nel giorno del “Sì” è un grande errore, a mio avviso.

La mia visione da Personal Photographer specializzata in matrimoni

fotografo matrimonio wedding reportage

 

Dopo aver lavorato a lungo in una grande agenzia fotografica ho deciso di aprire il mio studio per dedicarmi con estrema cura a ogni mia coppia e l’ho chiamato Giulia Pini Personal Photographer proprio per evidenziare il valore che do alla personalizzazione dei servizi di nozze e al rapporto umano.

Le radici di ognuno dei miei lavori sono l’ascolto delle persone che si rivolgono a me, la comprensione delle loro necessità, l’individuazione delle soluzioni che li soddisfano.

Metto a disposizione il mio bagaglio fatto di sensibilità artistica, esperienza nel settore e umanità per fare in modo che le nozze siano meravigliose durante il giorno dell’evento e anche a distanza di anni attraverso i ricordi evocati dalle immagini che ho scattato e inserito in album fatti su misura.

Se stai cercando di capire come scegliere il fotografo di matrimonio giusto per il tuo evento visita il mio sito e non esitare a contattarmi per avere maggiori informazioni.

Comments are closed.